Ultima modifica: 21 Novembre 2021

Indirizzo musicale

Presso L’Istituto Comprensivo Scuola Secondaria di Primo Grado “Santi Bivona” di Menfi (AG) è attivo dall’anno 2001 il Corso ad Indirizzo Musicale, su esplicita richiesta di 80 famiglie.

Da allora il Corso di Strumento Musicale è cresciuto molto in qualità ed esperienza, regalando all’Istituto Comprensivo molte onorificenze.

Su tutti vogliamo ricordare la realizzazione del musical “West Side Story” con il coinvolgimento di solisti , coro e corpo di ballo eseguito nei giardini pensili “ Inycon” accanto alla sede centrale dell’Istituto; in quel caso la collaborazione tra i docenti di strumento musicale ed i colleghi di Inglese, Italiano ed Educazione fisica ebbe il suo apice con l’esibizione dei ragazzi a chiusura di un pomeriggio di festa di tutto l’Istituto, un concreto esempio di come la scuola può attraverso l’impegno sinergico dei docenti e degli alunni, riuscire a produrre eventi di interesse pubblico.

L’Orchestra dell’Istituto Comprensivo “Santi Bivona”, in questi anni di attività, ha ottenuto diversi riconoscimenti.

Il Corso ad Indirizzo Musicale è stato attivato secondo le modalità previste dal D.M.201 del 6 agosto 1999 il quale, nell’istituire la classe di concorso di “strumento musicale nella scuola media” (A077), ha ricondotto a ordinamento l’insegnamento delle specialità strumentali riconoscendolo come “integrazione interdisciplinare ed arricchimento dell’insegnamento obbligatorio dell’educazione musicale” (art.1). L’attivazione dell’Indirizzo Musicale nella nostra Scuola, costituisce il necessario raccordo tra la formazione musicale di base, i Licei Musicali el’alta formazione artistica musicale (AFAM). La preparazione musicale che ricevono i nostri alunni è fondamentale per l’accesso ai Licei Musicali e ai Conservatori di Musica (corsi preaccademici) in quanto “l’iscrizione al percorso del liceo musicale è subordinata al superamento di una prova preordinata alla verifica del possesso di specifiche competenze musicali”

Modalità d’iscrizione

Il Corso di strumento nell’ambito dell’Indirizzo Musicale ha durata triennale, si svolge all’interno della Scuola secondaria di primo grado ed è gratuito. Per l’accesso alla classe di strumento musicale è prevista un’apposita prova orientativo-attitudinale predisposta per gli alunni che all’atto dell’iscrizione abbiano manifestato la volontà di frequentare i Corsi e non è richiesta alcuna conoscenza musicale di base. E’ possibile da parte dei candidati (o di chi ne fa richiesta) scegliere quale strumento studiare e gli alunni, dopo la suddetta prova tra:

  • Violoncello
  • Violino
  • Flauto traverso
  • Pianoforte

La scelta dell’alunno o di chi ne fa le veci non deve considerarsi prioritaria ma solo indicativa, saranno gli insegnanti esaminatori ad assegnare lo strumento in base all’orientamento offerto loro dalla prova attitudinale (fermo restando che si cercherà di accontentare la scelta dell’alunno).

La scelta della materia “strumento musicale” è “Facoltativa-Opzionale”, ma all’atto dell’iscrizione (ovvero quando si compila la domanda) diventa a tutti gli effetti curricolare.

Tenuto conto quindi dell’attuale normativa, si ricorda che non è possibile cambiare la scelta dello strumento durante tutto il triennio o ritirarsi dalla frequenza.

Assetto didattico

Ogni docente, all’interno della propria lezione pomeridiana, svolge la parte pratica inerente lo strumento, la lezione teorica, la lettura della musica e le attività di musica d’insieme (duo, trio, quartetto, ecc. e orchestra). La pratica della musica d’insieme viene posta come lo strumento metodologico privilegiato che consente l’aggregazione e il confronto tra gli allievi.

In determinati periodi dell’anno scolastico (manifestazioni musicali, saggi, preparazione di concorsi, ecc.) la normale attività didattica potrà subire delle variazioni di orario a favore della musica d’insieme: la lezione individuale, coincidente con l’attività orchestrale, assumerà la connotazione di ascolto partecipativo per coloro che eventualmente non fossero direttamente coinvolti nell’attività stessa.

Attività integrative e complementari

Accanto all’attività didattico-formativa di base, possono essere realizzate attività aggiuntive, integrative e complementari, che valorizzino le esperienze formative degli alunni costituendone cambiamento e approfondimento.

  • Preparazione e svolgimento di spettacoli musicali aperti al
  • Partecipazioni a concorsi di esecuzione
  • Attività effettuate d’intesa con altri istituzioni scolastiche, anche in prospettiva di un nuovo ed ulteriore sviluppo delle reti scolastiche.
  • Divulgazione sul territorio delle discipline strumentali attivate nell’ambito del corso di scuola ad indirizzo



Link vai su